Grillo è figlio di…

Grillo è vostro figlio. È figlio dei fascisti contro Uber, è figlio dell’anti-capitalismo di destra come di sinistra, è figlio della vuota retorica sui ‘beni comuni’ a la Rodotà e Zagrebelsky, è figlio del berlusconismo putiniano, è figlio del partito trasversale che copre gli abusi e le torture della Polizia per ‘ragioni di stato’, è figlio dei processi-spettacolo a la Woodcock, è figlio della coppia Casini-Caltagirone, è figlio del sistemi mafioso ed omertoso messo in piedi dal PCI ed ereditato dal PD senza troppi problemi, è figlio del sistema fascista degli Ordini, è figlio di 50 anni di scuola ‘pubblika’ che produce il 40% di analfabetismo funzionale e si permette pure di protestare contro i test INVALSI, è figlio di una magistratura totalitaria che detiene illegittimamente il 38% della popolazione carceraria, è figlio dei medici i quali, invece di chiedersi come mai la gente nel 2014 muore ancora di colera si vanta che “il nostro SS è il migliore al mondo”, è figlio dei baroni universitari, dei notai da 500K, dei dipendenti pubblici cialtroni, è figlio di un fisco vessatorio e disumano ed è infine figlio dell’omertá e della disonestá che tutti gli italiani mostrano ogni giorno in classe, al lavoro, in famiglia ed in chiesa.

beppe-grillo-copertina-163506

Grillo è l’alunno che supera il maestro. Grillo è figlio vostro ed adesso ve lo prendete tutto nel culo.

Giovanni Gabriele Vecchio

Annunci

Fenomenologia del complottista

Questa galleria contiene 1 immagine.

Finisce l’estate: c’è nervosismo nell’aria, e per le temperature che permetterebbero di passare qualche giorno in più in qualche località balneare e per l’appropinquarsi della stagione autunnale che, pur portando la ESFL Regional Conference a Milano, porta anche l’inevitabile routine … Continua a leggere

Ingovernabilità: perché no?

Questa galleria contiene 1 immagine.

Uno spettro si aggira per l’Italia: è lo spettro dell’ingovernabilità. Da due settimane a questa parte, i maggiori giornali italiani, con evidente intenzione apotropaica, vanno ripetendo la parola maledetta puntualmente accompagnata da “incubo, “allarme” o “rischio” (ai gentili lettori la … Continua a leggere